In quale ideologia o convinzione ti posizioni per non difendere la vita di Lichita?

(Por Oscar Castelnovo/Traducción Paula Sicilia/APL)Se sei una femminista che ha gridato al vento “Non una di meno”, Lichita sì di meno? Vi ricordo che prima della sua scomparsa forzata da parte dello Stato del Paraguay, un gruppo di uomini in uniforme ha rapito, torturato, violentato e ucciso le sue cugine Lilian e María, di 11 anni. femminicidi correlati. Dove sei, compagna?

Se Cristo è il tuo Maestro, ha detto “ama il tuo prossimo come te stesso”, non è la tua vicina Lichita? Perché?

Se sei un marxista, la frase preferita di Marx era “niente di umano mi è estraneo”. Lichita ti è aliena? Che tristezza se fosse così.

Se sei un trotskista, il capo dell’Armata Rossa ha detto: “Chi si inginocchia davanti al fatto compiuto è incapace di affrontare il futuro”. Ti inginocchierai, abbandonerai Lichita nelle grinfie del fascismo e allo stesso tempo ti dichiarerai un “trotskista”?

 Se sei un internazionalista, Ernesto Guevara consigliava ai suoi figli “di essere sempre capaci di sentire profondamente propria ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo. È la qualità più bella di un rivoluzionario.”

Quelle parole del Che non ti trafiggono quando pensi a Lichita?

Se sei bolscevico, Lenin ha sottolineato: “La verità è sempre rivoluzionaria”. E la verità, tovarich, è che stiamo affrontando un crimine commesso da uno stato terrorista che richiede il tuo impegno per la vita. Come dovremmo convocarti? Lo abbiamo già fatto in vari modi. Se sei maoista,  Mao Tse Tung ha valutato che “un buon compagno è quello che è più desideroso di andare dove le difficoltà sono maggiori”.

 In questo momento siamo in una lotta molto feroce, e cosa farai, compagno? Perché non ti vediamo qui intorno.

 Se sei un peronista-kirchnerista, il tuo generale Perón ha sottolineato che “per un argentino, non c’è niente di meglio di un altro argentino”.

Ebbene, Lilian e Maria sono nate in questo paese. Lichita è arrivata quando aveva 4 anni, da allora ha studiato, praticato sport e ha i suoi amici qui, a Misiones, in Argentina.

 Il calvario che stai subendo non ti sta mettendo in dubbio? Che delusione se ciò accadesse.

Dalla terra dei Guaraní, alcune voci gridarono: Nde réra yvytúpe jey jey, Lichita che irû (Il tuo nome nel vento molte volte, Lichita la mia compagna) È originaria della Nazione Guaraní.

 Dobbiamo ancora aggiungere molte altre voci di un popolo così coraggioso da aver subito la conquista genocida, la Guerra della Triplice Infamia e il terrore di Stroessner che ancora rimane.

Se stai combattendo per Lichita, in uno degli spazi menzionati o in altri, queste linee non sono dirette a te.

 Sì, sono per i milioni di persone assenti senza preavviso, in Argentina, Paraguay e nel resto del pianeta. Ma non erano scritti in uno spirito di confronto o antagonismo. Al contrario, portano un appello a combattere insieme in una battaglia urgente: strappare Lichita dalle grinfie di quel branco di infanticidi, stupratori e assassini: la Joint Task Force del Paraguay.

Questo martedì, 2 marzo, compie 15 anni, sequestrata, dopo essere sopravvissuta a un proiettile alla gamba e a un altro che le ha attraversato la fronte.

Da sola, cacciava e mangiava serpenti, beveva la scarsa acqua della giungla e scriveva un diario fino al suo rapimento. Hai bisogno di parlare di più del tuo coraggio? E gli Stati Uniti? Che cosa? Con tutte le nostre forze e un ciottolo alla bocca dello stomaco le diciamo: Tesoro, ti stiamo cercando e non ti abbandoneremo mai. Continueremo finché non ti troveremo e ti chiameremo “figlia!” , perché sei già figlia di tutti noi. Continueremo finché non ti presenterai viva per stringerti nell’abbraccio. Vivere.

Dejar una respuesta